Eccomi!

 

Damiano Cabassi: Nato a Reggio Emilia, disabile con tanta voglia di viaggiare, fare e vivere, che comunica nelle sue poesie. Inizia ad avvicinarsi alla poesia a 13 anni e si concentra per trovare una sua tecnica. Terminate le superiori e animato dal desiderio di condividere i suoi scritti, conosce la realtà dei Poetry Slam (sfide poetiche) dove s’innamora e inizia in lui un doppio “percorso di formazione” fatto di ascolto e prove.

Scout, laureato in Scienze della Comunicazione a Reggio Emilia, nel marzo del’2013, Damiano ricevette dai suoi amici la pubblicazione del suo primo libro di poesie intitolato: “Sdèsdet, Tutto ciò che la scrittura eterna può raggiungere” apprezzato da papa Francesco che viene ristampato nel’2015. Nel’2017 viene pubblicata la sua tesi di laurea con EAI Editrice Accademiche Italiane intitolata: “Inclusione ed esclusione a scuola. Sfide per delle coscienze collettive”.

Nel corso della sua vena poetica Damiano iniziò a frequentare bao/bab, ideato dallo scrittore Giuseppe Caliceti e pubblicò sulle fanzine alcune sue poesie. Damiano successivamente si appassionò alla realtà dei Poetry Slam (o sfida poetica) e con l’aiuto dell’artista Pierluigi Tedeschi, decise di organizzare, nel 2019, la prima sfida poetica nella Polveriera di Reggio Emilia.

Nel 2018 a Barco di Bibbiano (Reggio Emilia) Damiano partecipò al Poetry Slam di Matilde e arrivò 1° classificato al campionato internazionale di Poetry Slam.

Nel 2021 Damiano riesce a pubblicare il suo secondo libro di poesie: “Direzione geniale e contraria” con la casa editrice Albatros Il Filo, disponibile in molte librerie d’Italia fra cui Mondadori e laFeltrinelli. Attratto dalla poesia continua a correggere e a raccogliere altre poesie inerenti all’ecologia, alla disabilità e a tutto quello, che merita di essere scritto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: